Carannante: "Turris, blackout incomprensibile. Senza cattiveria, si fa dura..."

di Vincenzo Piergallino
articolo letto 987 volte
Foto

Tanta amarezza per mister Carannante dopo il ko casalingo con l'Altamura: "Non doveva andare così. Il più grande rammarico sta nel fatto che eravamo riusciti a riequilibrare una gara che si era messa subito in grande salita. Poi c'è stato un black-out di due minuti incomprensibile, subendo due gol incredibili. Sono molto arrabbiato perché ho visto una squadra che in un certo momento della gara ha dato per scontato che l'Altamura non potesse farci male. E' un peccato, perché dopo aver trovato il pari la gara si era incanalata sui binari giusti. Mi dispiace tantissimo per la piazza ma anche per la società, che non merita le critiche. Bisogna ripartire subito, ma più cattivi e concentrati. Se dall'altra parte ci strattonano sui calci d'angolo, noi non possiamo essere molli in situazioni simili. Serve anche sfruttare i classici trucchi del mestiere in certi frangenti di gara".

Il tecnico corallino aggiunge: "Continuo a ritenere che questa rosa abbia tutti i presupposti tecnici per salvarsi, ma in campo deve metterci la grinta e la voglia di far risultato a tutti i costi. Queste componenti oggi le abbiamo avute solo fino all'1-1. Al di là delle questioni tattiche, in questo momento la priorità deve essere vincere i duelli nei contrasti di gioco, sui calci da fermo e in situazioni simili. Vero è che queste caratteristiche fanno parte anche del bagaglio di ogni singolo calciatore, ma sicuramente ci si può lavorare sopra e migliorare".  

Sui singoli: "Guarracino ha fatto benissimo, ma non è bastato. Non abbiamo fatto bene in fase di non possesso".


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy