Borriello: "Revoca inevitabile. Interlocutore non all'altezza..."

di Vincenzo Piergallino
articolo letto 1396 volte
Foto

Dopo la movimentata giornata di ieri in casa Turris, caratterizzata dalla revoca ufficiale della gestione del Liguori, a prendere parola è il sindaco Ciro Borriello, intervistato in esclusiva dalla nostra redazione: La revoca è la normale conseguenza del mancato ottemperamento degli obblighi contrattuali a carico del concessionario. Il Dirigente preposto ha ampiamente dimostrato che non è stata soddisfatta nessuna delle condizioni previste nell’accordo. Purtroppo l’interlocutore (riferendosi a Giugliano) non si è rivelato all’altezza della situazione, nonostante i nostri continui solleciti e la nostra buona volontà. Ma noi abbiamo la responsabilità di salvaguardare il corretto funzionamento dell’impianto e la cattiva manutenzione del Liguori, senza apportare gli interventi previsti e sottoscritti in occasione dell’affidamento, stava creando non pochi danni a tutta la struttura.

Il discorso volge pertanto sulla controversia relativa agli spogliatoi, la cui inagibilità aveva determinato la chiusura di una parte della Tribuna domenica scorsa, in occasione della gara con il Gragnano. Il pomo della discordia verte appunto sul sottile confine tra gestione ordinaria (a carico del gestore) e straordinaria (a carico del comune): “I problemi emersi negli ultimi giorni sono frutto dell’incuria degli ultimi mesi – dichiara Borriello -. E’ normale che se danni inizialmente di lieve entità, e quindi di natura ordinaria, sono trascurati e non riparati in tempo utile, dopo diventano inevitabilmente problemi di natura straordinaria e dalle conseguenze più gravi”.

Infine il primo cittadino torrese conferma i rumors in merito alla futura riassegnazione del Liguori: “In primis, come da prassi, consulteremo le altre società in graduatoria che avevano partecipato al bando (ossia la scuola calcio FC Turris fondata dall’ex Gaglione e la Preziosissimo Sangue). C’è la necessità di risolvere la faccenda in tempi brevi, perché bisogna riportare il Liguori in uno stato dignitoso, per evitare che le sue condizioni peggiorino in maniera critica. E’ bene precisare però che la Turris potrà comunque continuare ad utilizzare la struttura. La revoca riguarda esclusivamente la gestione e tutto ciò che le concerne”.


Altre notizie
Lunedì 16 Ottobre
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI