LE PAGELLE - Solo Tedesco illumina, Abagnale si riscatta. Non premia la scelta di Cavaliere per Omar…

di Nello Giannantonio
articolo letto 765 volte
TEDESCO (FOTO VARO)
TEDESCO (FOTO VARO)

ABAGNALE 6.5: smanaccia la palla nel posto sbagliato in occasione del gol del Gragnano. Si riscatta nella ripresa prima su Santaniello e poi alla grande in pieno recupero su Franco, salvando almeno un punticino per l’anemica classifica della Turris.

GALLO 5: ancora troppi peccati di imprecisione quando accompagna l’azione. In più, quando dalle sue parti c’è il peperino Varsi, sono dolori (dal 15' st OMAR 6.5: restiamo convinti che non sarebbe lui il leader che attualmente manca al centrocampo della Turris, ma col suo ingresso conferma di meritare maggiore considerazione in questa fase. Propizia anche il gol di Varriale).

PERINELLI 5: di tanto in tanto gli riesce pure qualche recupero importante, alternato però sempre a svarioni pericolosi. Non punge in proiezione offensiva.

DE ROSA 5: Baratto non se la sente di schierarlo da play, ma di fatto è un calciatore che sta avendo una involuzione allarmante anche nel suo ruolo naturale. In questo centrocampo orfano di Danucci, appare spaesato.

MARAUCCI 5.5: si concede pure lui qualche sbandata in una gara nella quale la squadra va spesso in ambasce sulle ripartenze avversarie.

DI GIROLAMO 6: almeno lui non perde mai la bussola. E continua ad essere spesso investito di compiti di impostazione dalle retrovie.

MORELLA 5: il jolly inesploso stavolta gioca sia da centrocampista che da terzino destro. Si vede solo in qualche sporadica incursione sulla fascia.

CAVALIERE 5.5: piedi discreti, ma incide fino a un certo punto. O meglio, per il contributo complessivo che dà alla squadra, il suo immediato impiego da titolare non giustifica il doppio risvolto negativo che ha: tenere ancora fuori Omar e, di consgueneza per la regola dei due ’97, non permettere l’utilizzo di Gazzaneo come esterno basso al posto di uno tra Gallo e Perinelli.

IMPROTA 5.5: prende male la sostituzione. E non ha tutti i torti. Non è il miglior Improta, ma almeno qualche sponda di testa o qualche giocata di prima riesce a produrla nel dialogo con Tedesco, pur essendo sempre cercato con lanci dalle retrovie (dall’8' st TARALLO 5: si fa notare per una girata di testa che sfila al lato, ma resta oggettivo il fatto che nemmeno con la stazza fisica riesca più ad incidere sulle partite come nella prima parte della scorsa stagione).

TEDESCO 7: solo quando innesca lui sulla  fascia, la Turris crea pericoli e superioirtà. Ad averlo avuto prima… O, almeno, dal primo giorno di mercato…

DANTI S.V.: lascia il campo anzitempo per infortunio. Nei primi venti minuti, tuttavia, si gioca decisamente di più dalla parte di Tedesco (dal 23' pt VARRIALE 6.5: si adatta in partenza anche al ruolo di punta esterna. Non ruba l’occhio, ma intanto, zitto zitto, i suoi gol da subentrato valgono sempre punti pesanti. Ne ha portati alla Turris più di Picci).

ALL. BARATTO 5: è vero che i suoi piani vengono scombussolati dal gol a freddo e dall’infortunio a Danti, è vero che non c’è un vice-Danucci in rosa, ma nella fase di possesso la Turris ha pochissime idee, nemmeno troppo mascherate dalla più alta potenzialità tecnica che ha adesso il reparto avanzato. Non premia nemmeno la scelta di Cavaliere, col contestuale sacrificio di Omar e Gazzaneo. 


Altre notizie
Mercoledì 24 Maggio
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI